18 domande per l’esame di Elettronica di Potenza

Come anticipato, ecco alcune domande d’esempio per la preparazione dell’esame di Elettronica di Potenza, per la parte di programma che tengo. Sono solo esempi, non esauriscono tutte le domande che possono essere fatte.
  1. Che cos’è l’effetto di modulazione della conduttanza? In che dispositivi si manifesta? Perché è vantaggioso?
  2. Diodi di potenza con e senza punchthrough. Che differenza c’è tra i due dispositivi in termini di tensione di breakdown e caduta di tensione nello stato on?
  3. Che cos’è il breakdown secondario di un transistore bipolare? Perché non c’è lo stesso effetto per un MOSFET?
  4. Descrivere il transistorio di spegnimento di un BJT di potenza.
  5. Che differenza c’è tra un MOSFET con diffusione verticale e un MOSFET planare? Perché per applicazioni di potenza si usano i primi?
  6. Quali sono le condizioni di innesco e di spegnimento di un tiristore? Si possono valutare con un modello analitico semplificato?
  7. Variazioni troppo rapide di corrente e di tensione in un tiristore possono creare condizioni di funzionamento indesiderate. Quali? Perché?
  8. Che differenza c’è tra la struttura di un tiristore semplice e di un GTO. Perché?
  9. In che cosa differisce lo spegnimento di un GTO da quello di un tiristore semplice? Si possono fare alcune considerazioni quantitative? Di che circuiti di protezione ha bisogno un GTO
  10. Qual’è il principio di funzionamento di un IGBT? Perché dovremo preferirlo a un bipolare o a un tiristore?
  11. A che serve un MCT? In che caso posso preferirlo ad altri tipi di dispositivi?
  12. Che vantaggi e svantaggi hanno semiconduttori alternativi rispetto al silicio per la realizzazione di dispositivi di potenza. A che cosa sono dovuti?
  13. Quali sono le forme canoniche di raggiungibilità e osservabilità di un sistema? Si possono giustificare/dimostrare ? Che cosa vuol dire che un sottospazio degli stati è osservabile o raggiungibile?
  14. Che cos’è l’effetto di wind up in un controllore PID? Come si risolve?
  15. Vediamo il modello lineare di un motore in continua? Come è fatto un circuito di controllo ad anello chiuso?
  16. Che differenza c’è, dal punto di vista del funzionamento, tra un motore con statore realizzato con magnete permanente e un motore con statore realizzato con avvolgimento ad eccitazione indipendente?
  17. Come è fatto un circuito di controllo ad anello chiuso di un motore sincrono trifase? Perché?
  18. Che cos’è e a cosa serve l’eccitazione trapezoidale nel pilotaggio di un motore sincrono?

Leave a Reply

Your email address will not be published.